EV Today

Ricevi pillole quotidiane di informazione sul mondo della mobilità elettrica, dal lunedì al venerdì.

lunedì 16 ottobre 2017

16.10 | Slovenia accelera, Norvegia rallenta, GM, Yamaha e Daihatsu attaccano

- powered by electrive.com -
the EV industry service for Europe and beyond




Endotermico al bando anche in Slovenia? Entro il 2030, solo i veicoli con emissioni di CO2 sotto i 50g / km saranno ammessi all'immatricolazione (al momento rientrerebbero solo elettriche e ibride). Nel 2025 si inizierà con una soglia di 100g/km. Previsto anche un sostanziale ampliamento dell'infrastruttura di ricarica: dalle attuali 227 stazioni a 1.200 nel 202, fino a 22.300 nel 2030.
reuters.comenglish.sta.si

In vista riduzione agli incentivi norvegesi. Taglio parziale ai generosi sussidi EV scandinavi, secondo alcuni media. La bozza della finanziaria 2018 include delle modifiche riguardo all'esenzione dal bollo e alcuni elementi della tassazione sulle auto. Le nuove regole attaccherebbero soprattutto gli EV più pesanti, oltre le due tonnellate - ovvero sostanzialmente Tesla. La Model X potrebbe costare circa 7.500€ in più.
europe.autonews.comvg.no (in norvegese)

General Motors crea struttura dedicata all'elettrico. GM ha scelto Pamela Fletcher per gestire il portfolio globale di veicoli elettrici dell'azienda. Per lei è stata creata ad hoc la posizione di Vice President, Global Electric Vehicle Programs. Fletcher ha molta esperienza nel management di GM, ultimalmente era ingegnere capo esecutivo per veicoli elettrici e nuove tecnologie. GM intende produrre 20 EV entro il 2023.
greencarcongress.commedia.gm.com

Il Salone di Tokyo sarà la prossima vetrina EV. Dopo Francoforte, dove tutti i presenti hanno presentato almeno un modello elettrico (e chi non ne aveva non si è neppure presentato), Tokyo a fine mese potrebbe avere una storia simile. Già confermate le presenze delle line-up elettrice di Dahiatsu e Yamaha, ed entrambe promettono novità e prototipi interessanti.
motor1.com (Dahiatsu), global.yamaha-motor.com (Yamaha)

Tesla richiama 11.000 Model X. Problemi ai sedili posteriori causano il richiamo di undicimila modelli prodotti tra il 28 ottobre 2016 e il 16 agosto 2017. Alcuni cavi non sono fissati come dovrebbero, dunque in caso di incidente potrebbero muoversi in avanti. Secondo Tesla (già nell'occhio del ciclone per aver licenziato l'1% dei dipendenti durante una mega-review annuale), solo il 3% delle auto richiamate dovrebbero effettivamente presentare il problema.
electrek.coelectriccarsreport.com

For a complete morning update on European and global e-mobility subscribe@electrive.com - short, to the point, and free of charge.

Nessun commento :

Posta un commento